Il Museo vivente della dieta mediterranea

castello vinciprovaLa società Dieta Mediterranea, in collaborazone con la Provincia di Salerno, il Comune di Pollica ed il Parco del Cilento ha istituito presso il Palazzo Vinciprova di Pioppi il Museo Vivente della Dieta Mediterranea dedicato ad Ancel Keys. Ciò a seguito di un intenso impegno di ricerca e raccolta di documentazione avvenuta anche negli Stati Uniti. Molti dei documenti raccolti e tradotti dall'inglese risultano inediti in Italia.
Alla base di queste ricerche vi era l'esigenza di far luce non solo su un personaggio ed uno studio particolarmente significativi per il moderno nutrizionismo e di cui poco o nulla si sapeva in Italia, ma anche quella di tentare di dare della Dieta Mediterranea una definizione più compiuta della comune accezione. Una definizione frutto di un'analisi multidisciplinare, attenta alla storia antica ma anche a quella più recente, che si misura con gli studi dei paleontologi e degli antropologi ma anche dei filosofi, che riesce a riconoscerla geograficamente oltre che da un punto di vista medico-nutrizionistico e che soprattutto la faccia anche gustare.

La visita al museo

museo della dieta mediterraneaA partire dal mese di maggio 2004 è stata effettuata una serie di visite didattiche sperimentali con allievi provenienti da scuole di ogni ordine e grado che ha dato ottimi risultati. Anche nel corso della stagione estiva il Museo ha proseguito la sua attività confermando ulteriormente il gradimento della formula da parte dei visitatori, in questo caso, spesso particolarmente competenti. Il Museo registra la partecipazione di scolaresche provenienti da ogni regione d'Italia a dimostrazione di un vivo interesse da parte del mondo della scuola. Nel tentativo di offrire un percorso quanto più completo ed esaustivo si è ritenuto di coinvolgere altri partner ad integrazione tanto della didattica quanto della degustazione e del pranzo correlati. Si è così costruito un vero e proprio itinerario gastronomico e culturale nel cuore del Parco Nazionale del Cilento.

Il museo del mare

museo del mare di pioppiLo scopo principale dell'istituzione del Museo è quello di contribuire al successo ed alla piena funzionalità del sistema di tutela e di protezione definito dall'Ente Parco. Gli obiettivi che si prefigge di raggiungere sono: Trasferire ai cittadini le informazioni aggiornate relative all'ambiente marino e costiero ed ai suoi problemi, per coinvolgerli attivamente nel processo di tutela, conservazione e recupero. Sensibilizzare l'opinione pubblica alla necessità di una oculata tutela del mare e delle coste, mediante gli opportuni strumenti di salvaguardia a terra e a mare; promuovere la cultura del rispetto del mare e della qualità dei prodotti ittici per l'alimentazione umana.
Zona espositiva: acquari allestiti a fine didattico, con organismi tipici dell'ambiente marino mediterraneo, in particolare del basso Tirreno; vetrine con esposizione di collezioni malacologiche e spugne. Sezione pesca: raccolta di attrezzature tradizionali locali, utilizzate dai principali mestieri di pesca. Durata media della visita guidata: 30/40 minuti. Sale, vasche e visite guidate